Solidarietà

ASSOCIAZIONE EZIO GREGGIO

per l’aiuto ai bimbi nati prematuri

Prof Paolo Tagliabue (Ospedale San Gerardo di Monza, Giusto Bonandrini ( incubatrici Atom), Prof Giorgio Rondini e Prof Paolo Mosca
Prof Paolo Tagliabue (Ospedale San Gerardo di Monza, Giusto Bonandrini ( incubatrici Atom), Prof Giorgio Rondini e Prof Paolo Mosca

 

Nel 1994 ha fondato l’Associazione Ezio Greggio per l’Aiuto ai bimbi nati Prematuri.

In oltre 25 anni l’ Associazione ha fatto donazioni a circa 70 ospedali italiani. Le sue incubatrici in questi oltre 25 anni di attività secondo i calcoli delle associazioni di neonatologia e pediatria italiane hanno contribuito a salvare circa 15 mila bambini nati prematuri in tutta Italia.

Ezio insignito nel 2005 a Pavia del titolo “Neonatologo ad Honorem” e “Premio Burgio” nel 2019

Nel 2015 Ezio Greggio è stato premiato dalla SIN (Società Italiana di Neonatologia) e dalla SIP (Società Italiana di Pediatria) per il suo “ unico e straordinario contributo ai bimbi prematuri”. Dalla stessa società, nel 2015, in occasione dei vent’anni di attività, riceve a Bergamo un’importante riconoscimento “per l’impegno e la grande generosità a favore dei neonati e per essere da sempre insieme ai neonatologi italiani”, come riportato nella motivazione del premio. Inoltre, il 6 giugno 2015 ha ritirato a Roma il Premio Amico dei Bambini, conferitogli dalla Società Italiana di Pediatria “per l’impegno in favore dei diritti e della salute dei neonati e dei bambini, e per le iniziative a vantaggio dei più deboli e dei più fragili”. Il 16 maggio 2019 nell’ambito del XXI Congresso della Società Italiana di Pediatria, Ezio ha ricevuto il Premio Burgio (in ricordo del più grande pediatra italiano) per “ l’impegno profuso a favore dei neonati prematuri, grazie all’associazione che porta il suo nome”.

Da alcuni anni l’Associazione Ezio Greggio è diventata internazionale con sede a Monaco ed effettua donazioni anche a Paesi stranieri.

L’Associazione Internazionale con sede a Monaco nel 2017 ha inviato un’incubatrice alla Nuova maternità di Akamasoa (Antananarivo) in Madagaskar

Aiutaci anche tu

a salvare i bimbi nati prematuri

Fai una donazione!

Il tuo aiuto servirà a salvare la vita a tanti bimbi

DONA ADESSO

Lettera di Ezio Greggio

Cari Amici, in Italia continuano a diminuire le nascite. Pensate che nel 2018 sono nati circa 440 mila bambini. Su 60 milioni di abitanti il numero dei nati è molto basso, ma lo è ancor di più se pensate che sono oltre 18 mila in meno rispetto all’anno precedente e quasi 140 mila in meno a confronto con il 2008.

Il 10% circa di questi bimbi nascono prematuri: sono 40mila bambini nati prima del termine naturale, cioè tra la 22ª e la 37ª settimana e pesano mediamente meno di un chilo.

Questi bimbi però non sono malati, sono solo troppo piccoli, bisogna aiutarli a crescere. Bisogna tendere loro una mano tecnologica unitamente a cure amorevoli per farli sopravvivere. I primi minuti della nascita per esempio sono determinanti per garantire a questi piccoletti una vita normale: non deve mancare loro l’ossigeno dosato in modo corretto per non creare lesioni al cervello e conseguenti handicap che poi i bimbi porterebbero per il resto della loro vita. Per questo servono culle termiche cioè incubatrici, respiratori, ossimetri, infusori e l’elevata specializzazione dei medici e degli infermieri che si occupano dei prematuri. La culla termica in pratica permette una termoregolazione ideale per il neonato soprattutto se gravemente prematuro e sottopeso, in tutte le sue fasi di crescita. Spesso questi bimbi nascono in Ospedali che non hanno un reparto di terapia intensiva neonatale e vanno quindi portati in sicurezza in centri specialistici con ambulanze dotate di incubatrici da trasporto.

Per salvare questi bimbi servono quindi incubatrici da trasporto e da reparto, sofisticati macchinari di ultima generazione che replicano in pratica l’utero materno ed attraverso un sistema computerizzato controllano i parametri vitali. Un sistema di monitoraggio quindi multiparametrico centralizzato che consente il costante controllo dei parametri vitali del neonato: temperatura, respirazione e ossigenazione, alimentazione. 

Da oltre 25 anni, cari Amici con la mia Associazione e con il vostro aiuto dono ai reparti neonatali apparecchiature e strumentazioni innovative per favorire il lavoro del personale medico, la diminuzione dei rischi per i piccoli prematuri e la possibilità dei genitori di essere vicino ai loro bimbi. Ho fatto donazioni a oltre 70 ospedali italiani e da qualche anno aiutiamo anche ospedali di altre parti del mondo.

Con la SIN Società Italiana di Neonatologia abbiamo stimato che in questi anni le apparecchiature che ho donato hanno contribuito a salvare circa 15.000 bambini solo in Italia. Molti di loro ora hanno l’età dei miei figli:  ho visto molti di questi bimbi dentro a una mia incubatrice quando pesavano 1 kg. Ora dopo anni alcuni di loro mi fermano per strada, o in studio a Striscia vengono a salutarmi. Mi raccontano in che Ospedale sono stati salvati, mi abbracciano e lo ammetto mi commuovo sempre. Sono ragazzi sani, belli, in forma.

In quei momenti ho la speranza che grazie alla mia notorietà di uomo di spettacolo, di essere riuscito a guadagnarmi una piccola fetta di Paradiso.

Per me questo è il più bel successo della mia carriera grazie anche ai vostri contributi.

Aiutatemi a continuare questo piccolo grande miracolo.

Grazie.

Ezio Greggio

ELENCO DEGLI OSPEDALI e DELLE DONAZIONI

in oltre 25 anni di attività

Ospedali Riuniti di Cremona

Referente: Prof. Roberto Rossoni

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale Gaslini di Genova

Referente: Prof. Giovanni Serra

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale di Pescara

Referente: Prof. Michele Ramenghi

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale Villa Sofia di Palermo

Referente: Prof. Ludovico Ziino

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale di Olbia

Referente: Dr. Augusto Masia

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Policlinico S.Matteo di Pavia

Referente: Prof. Giorgio Rondini

Saturimetro – Ossimetro con sensore pediatrico

Ospedali Riuniti di Novara

Referente: Prof. Gianni Bona

Pompa elettronica mono-siringa per infusione

Ospedale Macedonio Melloni di Milano

Referente: Prof.ssa Jolanda Minoli

Un posto letto completo per terapia intensiva composto da:

– Respiratore neonatale pediatrico

– Incubatrice doppia parete per terapia intensiva

Ospedali di Biella

Referente: Dr. Leo Galligani

2 Respiratori neonatali infant flow

1 Pompa elettronica mono-siringa per infusione

Ospedale S.Anna di Torino

Referente: Prof. Claudio Fabris

1 monitor per la meccanica respiratoria Florian

1 interfaccia di collegamento Florian E150

1 monitor serie 2 B Passport Datascope

1 Respiratore neonatale infant flow Driver

Ospedale di Foggia

Reparto di terapia Intensiva

Referente: Prof. Giuseppe Rinaldi

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale di L’Aquila

Reparto di terapia intensiva

Referente: Dr. G.F. Spennati

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale “Bianchi – Melacrino – Morelli” di Reggio Calabria

Reparto terapia intensiva

Referente: Dr. Antonino Nicolò

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale di Messina

Reparto terapia intensiva

Referente: Prof. Ignazio Barberi

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale San Gerardo di Monza

In collaborazione con “Un calcio al bisogno” e Nazionale Cantanti

1 Respiratore computerizzato

1 Lettino rianimazione

1 Monitor multiparam. Datascope

Clinica Santa Rita di Atripalda (Av)

Reparto di Pediatria

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri e 1 Lampada per fototerapia

Ospedale di Isernia

Reparto di Pediatria

1 Gastroscopio Pediatrico

Policlinico San Matteo di Pavia

Reparto Pediatrico

Referente: Prof. Giorgio Rondini

2 sistemi di monitoraggio multiparametrici

Ospedali Civili di Brescia

Reparto di terapia Intensiva

Referente: Dott. Chirico

1 Respiratore computerizzato completo di monitoraggio

Ospedale Niguarda di Milano

Reparto di terapia intensiva

Referente: Dr. Vito Console

1 Respiratore HFO 3100 A

U.S.L. di Monza

1 Mammografo completo di Sviluppatore

AZIENDA ASL di Sondrio

Patologia Neonatale

Referente: Dott. Gilberto Bonora

1 Incubatrice da trasporto mod. “V 850 TR” Atom

Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti di Bergamo”

Referente: Prof. Angelo Colombo

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera “Spedali Civili” Brescia

Referente: Prof. Gaetano Chirico

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera “Ospedale Sant’Anna” Como

Referente: D.ssa Letizia Caccamo

Pulsossimetro mod. “Radical”

Ospedale “Valduce” Como

Referente: Dott. Mario Maccabruni

Pulsossimetro mod. “Radical”

ASST Lecco – Ospedale “A. Manzoni” Lecco

Referente: Dott. Rinaldo Zanini

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera  “Carlo Poma” Mantova

Referente: Dott. Mauro Stronati

Pulsossimetro mod. “Radical”

I.C.P. Istituti Clinici di Perfezionamento Presidio “V. Buzzi” Milano

Referente: Dott. Gilberto Compagnoni

Pulsossimetro mod. “Radical”

I.C.P. Istituti Clinici di Perfezionamento Clinica Mangiagalli Milano

Referente: Dott. Fabio Mosca

Pulsossimetro mod. “Radical”

Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico P.O. Macedonio Melloni Milano

Referente: Dott. Guido Moro

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda Milano

Referente: Prof. Vito Console

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera San Gerardo Monza

Referente: Dott. Paolo Tagliabue

Pulsossimetro mod. “Radical”

IRCCS Policlinico San Matteo Pavia

Referente: Dott. Giorgio Rondini

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Varese

Referente: Dott. Massimo Agosti

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera San Gerardo Monza

Referente: Dott. Paolo Tagliabue

Sistema Computerizzato di Informatizzazione Clinica

Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle Cuneo

Referente: Dott. De Marini

Pulsossimetro mod. “Radical”

A.S.L. 8 Chieri P.O. di Moncalieri Torino

Referente: Dott. Umberto De Vonderweid

Pulsossimetro mod. “Radical”

Cattedra di Neonatologia Dipartimento di Scienze Pediatriche e dell’Adolescenza dell’Università di Torino

Referente: Prof. Fabris

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera O.I.R.M. S. Anna Torino

Referente: D.ssa Giovanna Gomirato

Pulsossimetro mod. “Radical”

Ospedale Mauriziano Torino

Referente: Dott. Frigerio

Pulsossimetro mod. “Radical”

Presidio Ospedaliero Maria Vittoria Torino

Referente: D.ssa Giovanna Guala

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria

Referente: Dott. Ferdinando Pesce

Pulsossimetro mod. “Radical”

ASL N. 12 Biella

Referente: Dott. Galligani

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera “Maggiore della Carità” Novara

U.O.A. Provveditorato/Economato

Referente: Prof. Bona

Pulsossimetro mod. “Radical”

ASL 13 Borgomanero (NO)

Referente: Dott. Vitali

Pulsossimetro mod. “Radical”

Università di Ferrara “Arcispedale S. Anna”

Referente: Prof. Pietro Guerrini

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia

Referente: Prof. Gaetano Chirico

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Ospedale “Carlo Poma” Mantova

Referente: Dott. Mauro Stronati

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

I.C.P. Istituti Clinici di Perfezionamento Clinica Mangiagalli Milano

Referente: Prof. Fabio Mosca

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda Milano

Referente: Dott. Stefano Martinelli

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Ospedale San Gerardo Monza

Referente: Dott. Paolo Tagliabue

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

IRCCS Policlinico San Matteo Pavia

Referente: Dott. Enrico Polito

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi, Varese

Referente: Dott. Massimo Agosti

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera di Vimercate

Ospedale di Circolo di Desio

Referente: Dott. Roberto Besana

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera di Garbagnate Rho (MI)

Ospedale di Circolo

Referente: Prof. Luigi Magni

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Presidio Ospedaliero SS Annunziata Taranto

Referente: Dott. Enzo Vitacco

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda USL Bari 4

P.O. Di Venere – Giovanni XXIII Carbonara (BA)

Referente: Dott. Mastropasqua

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi

Referente: Dott. Cesare Belloni

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

ASL Chieti

P.O. Clinicizzato SS Annunziata Chieti

Referente: Prof. Sabatino

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliero Universitaria Di Bologna

Policlinico S. Orsola Malpighi

Referente: Prof. Faldella

Radical Rds 3 pulsossimetro

Azienda Ospedaliera Policlinico di Modena

Referente: Prof. Ferrari

Infant Flow Sipap – respiratore neonatale

ASL 12 Biella Ospedale degli infermi Biella

Referente: Dott. Galligani

Vapotherm 2000i – sistema per ossigenoterapia

Ospedale Monaldi Napoli

Terapia Intensiva neonatale

Referente: Prof. Giliberti

CFM (Cerebral Function Monitor) Monitoraggio neurologico EEG

Clinica Pediatrica Università Cagliari

Referente: Prof. Fanos

Algo 3i apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Clinica Pediatrica Università Padova

Referente: Prof. Franco Zacchello

Algo 3i apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Salesi Ancona

Terapia intensiva neonatale

Referente: Prof. Virgilio Carnielli

Algo 3i apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Filippo del Ponte Varese

Referente: prof. Massimo Agosti

Incubatrice Dual Incu-i
Un apparecchio unico che costituisce un’innovazione tecnologica, in quanto l’incubatrice si trasforma in un piccolo tavolo operatorio a cielo aperto continuando le sue funzioni di incubatrice chiusa (microclima, umidità, monitoraggio del peso, ossigenoterapia e parametri vitali del neonato)

bandiera madagascar

Madagascar

Nuova maternità di Akamasoa (Antananarivo)

incubatrice Atom.
Donata incubatrice da reparto alla nuova maternità di Akamasoa (Antananarivo) in Madagascar

413E00WDnL. AC 1

 Libano

Associazione Amis du Libanon

Spedizione abbigliamento.
In seguito all’esplosione nell’area del porto di Beirut che nell’agosto del 2020 ha causato vittime e lasciato senza casa e beni di prima necessità tante persone, l’Associazione in collaborazione con “Amis du Libanon” ha inviato alle famiglie in difficoltà un considerevole quantitativo di capi di abbigliamento.

413E00WDnL. AC 1

 Libano

Ospedale Saint Michel di Amchit, Libano

Unità di respirazione.
Abbiamo donato un’unità di respirazione (respiratore per bambini ed adulti) all’ospedale Saint Michel di Amchit, Libano.

Azienda Ospedaliera “Infermi” Rimini

Referente: Dottoressa Gina Ancora

Incubatrice Atom.
É stata donata una incubatrice Atom al reparto di Terapia Intensiva-Neonatologia dell’Ospedale Infermi di Rimini diretto dalla dottoressa Gina Ancora.
La donazione è stata effettuata in collaborazione con l’azienda Marlù Gioielli e con il Monte-Carlo Film Festival

Flag of England

 Inghilterra

ST. George’s Hospital London

First Touch charity association

Abbiamo effettuato una Donazione a First Touch charity association che dal 1998 aiuta fattivamente il St. George’s Hospital di Blackshaw Road Tooting London SW17 0QT , una delle più valide e competenti strutture neonatologiche londinesi. È nata una forte collaborazione tra la nostra Associazione di Monaco e First Touch London.

413E00WDnL. AC 1

 Libano

Medicinali per 9 ospedali

La sanità del Libano è in grande difficoltà.
Stiamo inviando attraverso l’ ORDRE DE MALTE LIBAN 16.000 confezioni  dioltre 40 tipi di medicinali introvabili in Libano a 9 Ospedali Libanesi delle province di:
– Aer
– Zouk
– Kefraya
– Barqa
– Kobayat
– khaldieh
– Roul
– Yaroun
– Siddiquin
ezio duplicato